RSS

UN UOMO, UN RICORDO

19 Feb

Un uomo, un ricordo (a Sergio F.)

 

La testa bianca
China sulle parole crociate
E poi quei libri immensi:
Chissà se li ha finiti.

Parlava poco,
A volte scherzava,
Ma soprattutto taceva:
Taceva e pensava.

Lui era quello
Che si era fatto da sé
Lo spiegava ai suoi figli
Che non l’hanno capito.

Amava politica ed arte,
Lavorare e studiare:
Non ho mai saputo
Se amava l’amore.

Se n’è andato pian piano,
Quasi inosservato
Nel suo silenzio
Serbando un segreto.

Ho saputo che il male
L’ha rovinato,
Ne ha distrutto i pensieri,
Il suo fisico troppo minuto.

Io non l’ho più rivisto:
Perciò lo ricordo com’era,
Col giornale sopra il divano,
Coi pensieri a vagare lontano.

images

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su febbraio 19, 2015 in poesie

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: